Terapie Strumentali - Studio Fisioterapico Dr.ssa Elena Irali

Vai ai contenuti

Menu principale:

Cure
TERAPIE STRUMENTALI

Elettrostimolatori Muscolari EMS



L’elettrostimolazione è un trattamento molto completo per l’armonizzazione del corpo: chi vi si sottopone beneficia di un miglioramento complessivo del tono muscolare e circolatorio, che scolpice e tonifica le forme. Inoltre, la sua azione sulla circolazione superficiale, rassoda anche la pelle facendola apparire pin liscia e distesa.
La corrente viene trasmessa per mezzo di elettrodi applicati su speciali bende preinumidite, con cui viene avvolto it corpo e collegate a una stazione generatrice.
Quest’ultima può lavorare su regioni localizzate (glutei, addome) o su tutta la muscolatura, a seconda del posizionamento degli elettrodi.
Inoltre, è possibile selezionare tempi e intensità del trattamento e variare la durata della contrazione e la pausa tra due contrazioni successive, privilegiando la stimolazione del microcircolo (con un elevato numero di brevi contrazioni nell’unità di tempo) o quella muscolare (minor numero di contrazioni ma di durata più protratta).
Questo significa che ogni seduta può variare ed essere personalizzata in base alle esigenze.
Elettroterapia Antalgica (TENS)



Il TENS (acronimo di Transcutaneous Electrical Nerve Stimulator, in italiano "Stimolatore Elettrico Transcutaneo dei Nervi") è uno strumento che produce scariche elettriche usate per stimolare i nervi attraverso la cute.
In genere lo stimolatore viene collegato alla cute tramite due o più elettrodi.
Un TENS è solitamente composto da un generatore di corrente, strumenti di controllo della frequenza e dell'intensità oltre ad una serie di elettrodi.
I TENS vengono utilizzati nella terapia del dolore (es. nella dorsopatia).
Diversi studi hanno indicato l'uso del TENS come una valida terapia per il trattattamento del dolore cronico muscolo-scheletrico.
Nelle cure palliative e nella terapia del dolore, inoltre, i TENS vengono usati per alleviare le nevralgie.
L'effetto di una terapia di questo tipo sui pazienti può variare da caso a caso e da paziente a paziente, in base a caratteristiche individuali (esempio la soglia di dolore).
Torna ai contenuti | Torna al menu